Organigramma – Conservatorio G. Tartini
HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Conservatorio

Marco Maria Tosolini

Curriculum

MARCO MARIA TOSOLINI

Formazione - Dopo studi classici conclusi con il massimo dei voti ha conseguito la Laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (indirizzo musicologico e della comunicazione) con lode e menzione accademica presso l'Università degli Studi di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia. Ha frequentato gli "Internationalen Ferienkurse für Neue Musik" di Darmstadt perfezionandosi in composizione e percussione. Ha studiato, in particolare, con Giampiero Cane (Civiltà Musicale Afro-Americana), Franco Donatoni (analisi), Aldo Clementi (Teoria musicale), Roberto Leydi (etnomusicologia), Luigi Rognoni (Storia della Musica), Gerard Grisey e Salvatore Sciarrino (composizione), Cristoph Caskel (percussione), Paolo Fabbri (semiotica delle arti), Umberto Eco (semiotica), Gian Vittorio Baldi (filmologia), Mauro Wolf (Tecniche del linguaggio radiotelevisivo), Giorgio Sandri (logica), Gianni Celati (letteratura inglese), Piero Camporesi, Alfredo Giuliani (letteratura italiana).

Attività accademica e didattica

È professore ordinario di Storia ed Storiografia della musica presso il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. È titolare anche dei corsi di Storia della musica jazz, Storia della musica d’uso (blues, rock, pop), Storia degli strumenti a percussione, Estetica della musica, Approfondimenti di storia della musica del XX secolo. È stato componente del Consiglio accademico ed è attualmente componente del Consiglio d’Amministrazione e del Comitato editoriale per la selezione delle tesi con dignità di pubblicazione. È ideatore e responsabile del primo progetto nazionale di collaborazione fra un Conservatorio e la RAI che coinvolge studenti nella produzione di un format radiofonico (“Il concerto che vorrei” giunto alla quarta edizione per RAI Radio Uno). Precedentemente ha svolto attività di docenza nei Conservatori musicali di Venezia e Ferrara ricoprendo anche incarichi inerenti al coordinamento nazionale della Sperimentazione, partecipando, su delega ministeriale, a Convegni internazionali sull'argomento. È stato docente anche presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine (nel quale ha ricoperto più volte il ruolo di componente eletto del Consiglio d'Amministrazione, del Consiglio d’Istituto, del Consiglio Accademico). In quella sede anche rivestito il ruolo di delegato provinciale dell’Unione Nazionale Arte Musica Spettacolo ed è stato membro eletto della Rappresentanza Sindacale Unitaria. È stato, inoltre, docente di Teoria della Musica e Musiche di Scena presso la Civica Accademia d’Arte drammatica "N. Pepe" di Udine. È stato a lungo docente presso i corsi di formazione per operatori in Musicoterapia dell’Associazione Regionale "Il flauto magico" (riconosciuta CONFIAM). È fondatore e direttore artistico e scientifico dei LIISM, Laboratori Interscolastici per l’Istruzione e la Ricerca Musicale e del LICME, Laboratorio per l’Istruzione alla Cultura Musicale Elettroacustica, strutture didattiche che operano in ambito scolastico superiore e accademico nazionale. Ha collaborato all'insegnamento di Civiltà Musicale Afro-Americana dell'Università di Bologna, presso il quale ha tenuto seminari e correlazioni di Laurea in qualità di Cultore della Materia. Ha pubblicato e tenuto conferenze in collaborazione e presso le Università di Bologna, Roma Tre, Rouen, Tours, Trieste, Udine e Venezia. È stato membro del Direttivo Nazionale della Società Italiana per lo Studio della Musica Afro-Americana presieduta da Marcello Piras. Ha pubblicato per Olschki, Il Campo, Nuova Alpha Editoriale, Campanotto, Marsilio.

Attività musicologica e divulgativa

Come musicologo ha collaborato, in qualità di estensore di programmi di sala, saggista, ideatore, coordinatore e conduttore di attività e manifestazioni (cicli concertistici, seminari di studio, progetti speciali), conferenziere con teatri ed enti lirici di Bologna, Venezia, Ravenna, Ferrara, Modena, Roma e altre prestigiose istituzioni culturali nazionali ed europee presentando produzioni ed eventi assieme ad artisti, studiosi, scienziati e operatori quali Antonio Ballista, Giorgio Battistelli, Giampiero Cane, Marco Castoldi (Morgan), Nicola Cisternino, Azio Corghi, Massimiliano Damerini, Francesco Di Giacomo, Umberto Eco, Hilliard Ensemble, Francesco Ernani, Paolo Fabbri, Franco Fayenz, Giora Feidman, Lorenzo Ferrero, Beppe Ghisolfi, Giulio Giorello, Giuseppe Guzzetti, Paolo Maurensig, Mario Messinis, Giovanni Morelli, Giorgio Nardone, Stefano Pace, Zoltan Pesko, Paolo Poli, Antonio Polito, Enrico Rava, Flavio Pressacco, Nicola Sani, Hanna Schygulla, Salvatore Sciarrino, Marco Sofianopulo, Marco Stroppa, Gianni Tangucci, Carlo Tasso, Alessandro Taverna, Paolo Tofani, Fulvio Tomizza, Fabio Vacchi, Carlo Ventura, Michelangelo Zurletti fra gli altri. Ha svolto attività di giurato nella commissione di selezione dell’”Inno del Friuli” con presidente Azio Corghi. In un testo edito da Campanotto, Il Suono di Pan (2013), sono raccolti oltre 300 fra note illustrative di concerti e opere liriche e saggi musicologici redatti fra il 1979 e il 2012.

Attività tecnico-istituzionale e amministrativa

Inizialmente con delega della Direzione del Conservatorio di Udine è stato componente dell'Assemblea dei Soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone dal 1994 (ora Fondazione Friuli) e, nella medesima, ha fatto parte della Commissione consultiva per l'Arte e la Cultura e anche di quella per la Ricerca e Istruzione. Nel 2001 e nel 2006, in seguito alla ridefinizione costitutiva del medesimo ente è stato designato dall’assemblea membro dell’Organo di indirizzo e nominato nuovamente componente della Commissione consultiva per l’ Arte e Cultura. Nel 2009 è stato eletto componente del Consiglio d'Amministrazione. Nel 2013 è stato riconfermato per un secondo mandato. Dal 2010 al 2017 è stato membro della Commissione nazionale per la comunicazione dell’ACRI (associazione della Fondazioni bancarie e Casse di Risparmio SpA). Ha fatto parte della Commissione Centrale Musica del Dipartimento dello Spettacolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri in qualità di esperto su nomina tecnica e segnalazione dell’Unione Artisti. Ha fatto parte, su nomina del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, del Consiglio d'Amministrazione dell' ENAP, Ente Nazionale per l'Assistenza e la Previdenza degli scultori, pittori, musicisti, autori drammatici e scrittori. Sempre come esperto in materia di alta formazione artistica è stato relatore in udizione presso la commissione del Senato per la valutazione della legge di Riforma n. 508/99. Nel 2014 ha pubblicato, per Marsilio, il volume "Fondazioni bancarie e nuova economia della cultura" presentato a Villa Manin di Passariano, al Teatro Comunale di Bologna, alle Gallerie d’Italia a Milano, presso la sede ACRI di Roma. Nel 2018 è stato designato dalla Conferenza Stato-Regioni componente del comitato di gestione dell’Istituto Centrale dei Beni Sonori e Audiovisivi del Ministero dei Beni Culturali e del Consiglio d’Amministrazione del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste. È attualmente componente del Consiglio d’Amministrazione del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.

Attività giornalistica e di comunicazione

Ha svolto e svolge attività giornalistica (critica musicale, teatrale e letteraria) per periodici e quotidiani nazionali per le pagine spettacoli e cultura. Ha effettuato, saltuariamente, anche corrispondenze internazionali (Parigi, Londra, Edimburgo) e ha intervistato molte personalità di chiara fama di vari ambiti culturali fra i quali: John Abercrombie, Robert Altman, Amedeo Amodio, Antonio Ballista, Massimo Belli, Luciano Berio, Laura Betti, Massimo Bogianckino, Pierre Boulez, Anthony Braxton, Paolo Calligaris, Gilberto Cappelli, Riccardo Chailly, Billy Cobham, Chick Corea, Claudio Crismani, Michele Dall’Ongaro, Francesco Di Giacomo, Franco Donatoni, Massimiliano Donninelli, Tiziano Duca, Umberto Eco, Brian Fernehyough, Carlo Fontana, Vittorio Gassman, Ugo Gregoretti, Tatiana Grindenko, Gerard Grisey, Adriano Guarnieri, Charlie Haden, Dave Holland, Eliahu Inbal, James Ivory, Elvin Jones, Maureen Jones, Kryzstof Kieslowsky, Aloys Kontarsky, Daniel Levy, Juri Ljubimov, Benedetto Lupo, Giacomo Manzoni, Adriano Martinolli, Tristan Murail, Gunther Neuhold, Fabio Nieder, Paolo Paroni, Zoltan Pesko, Astor Piazzolla, Pier Luigi Pizzi, Paolo Poli, Gillo Pontecorvo, Giorgio Pressburger, Otello Profazio, Don Pullen, Ivan Reitman, Teddy Reno, Wolfgang Rihm, Terry Riley, Corrado Rojac, Luca Ronconi, Fabio Roversi Monaco, Salvatore Sciarrino, Ettore Scola, Ravi Shankar, Alessandro Taverna, Uto Ughi, Fabio Vacchi, Gus Van Sant, Ornella Volta, Jannis Xenakis, Daniele Zanettovich, Renato Zanettovich, Robert Zinneman, Igor Zobin, Valentino Zucchiatti. Ha collaborato con le testate nazionali “L’Unità”, “Il Piccolo”, “Il Manifesto”, “Il Globo”, “L’Avvenire”, “Il mattino di Padova”, “Il Messaggero Veneto”, “Il Riformista”, “Il Sole 24ore”, “Il banchetto musicale”, “Fare musica”, “Piano/Time”, “Vogue uomo”. È stato cofondatore e direttore del periodico internazionale "Musica Attuale" edito da Agenda di Bologna e collabora attualmente con "Il Gazzettino”. Complessivamente l’attività giornalistica, fra quotidiani, riviste e programmi radiofonici RAI raccoglie oltre 3.500 articoli.

Attività musicale, drammaturgica, radiotelevisiva e di coordinamento e direzione artistica.

Ha collaborato e collabora come consulente musicale, regista e conduttore radiofonico e televisivo, sceneggiatore e drammaturgo con la RAI e con strutture di produzione private. Come consulente musicale e responsabile registrazioni audio ha collaborato con RAI 3 in varie produzioni, segnatamente con Andrea Camilleri. Conduce abitualmente programmi radiofonici di argomento musicale su RAI Radio Uno dalla sede del Friuli Venezia Giulia. È autore di libretti di opere di teatro musicale e di testi per il teatro di prosa e radiofonico per la RAI. Suoi testi sono stati recitati da Oreste Rizzini, Omero Antonutti, Paolo Antonio Simioni, Monica Samassa, Massimo Somaglino, Claudio De Maglio, Maria Grazia Mandruzzato, Alessio Boni e sue piéces sono state rappresentate con successo al Teatro “Goldoni” di Venezia, al Teatro “Toniolo” di Mestre, al "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, al "Mittelfest" di Cividale del Friuli, fra gli altri. Come compositore è autore di composizioni sacre per grandi organici e melologhi oltre che di musiche di commento radiotelevisivo, colonne sonore e musiche di scena per il teatro di prosa, balletto e grandi mostre. Come batterista e percussionista ha suonato in formazioni varie a fianco di musicisti di fama internazionale quali Mark Abrahams, Francesco Bearzatti, Andrea Centazzo, Stefano Franco, Cinzia Gizzi, Radu Malfatti, Franz Köglemann, Giancarlo Schiaffini, Luisa Sello, Aldo Sisillo, James Thompson, Glauco Venier, Attilio Zanchi. Ha svolto attività concertistica a livello nazionale, negli anni ’70, con la band di Rock progressive “Ossidiana” da lui fondata e diretta, aprendo concerti di Banco del Mutuo Soccorso, Area, PFM, Napoli Centrale. È cofondatore del gruppo di musica contemporanea Octandre diretto dal M° Gian Paolo Salbego. Negli anni ’80 con Grankassa e Audiocompany ha partecipato a festival Jazz internazionali e a trasmissioni RAI; negli anni’ 90 con Arcana, gruppo musicale e struttura di produzione musicale e multimediale e con Music Academy Jazz Combo, formazione elettrica jazzistica, si è esibito anche in Teatri di prestigio quali il Comunale di Bologna, il "L. Pavarotti" di Modena, l'Opera di Roma. È stato attivo come band leader e pluristrumentista con Blue Mystic Band con la quale ha tenuto numerose lezioni-concerti all’interno di progetti di didattica avanzata e rassegne concertistiche da lui ideati e diretti per l’associazione “Musicologi”. Fra questi si segnala “Il Suono di Pan” (11 edizioni), manifestazione periodica fruita complessivamente da oltre 30 istituti superiori, conservatori e università della regione Friuli Venezia Giulia (oltre a presenze nel teatri comunali di Bologna, Modena e Opera di Roma) per un totale di circa 12.000 studenti, raccogliendo risorse per oltre 50 fra enti pubblici e privati di cui 25 solo per la edizione n. 9 particolarmente complessa. Ha pubblicato fra il 1977 e il 2018 due LP, quattordici CD, quattro VHS (videocassette), tre DVD con musiche e testi propri e di altri autori.

Autoralità e riconoscimenti

È iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti nell'elenco Pubblicisti ed è socio iscritto alla SIAE (come compositore e autore della parte letteraria per la sezione Musica e come drammaturgo per la sezione DOR e OLAF). Gli è stato conferito il premio "Moret d'Aur"(1997) per la ideazione drammaturgica e composizione musicale e l'onorarietà come accademico dell'Istituto di Studi Storici "Tommaso Crudeli"(2001). Nel 2007 l'Accademia delle Scienze Lettere ed Arti di Udine (fondata nel 1606) gli ha conferito il titolo di socio corrispondente per alti meriti culturali. Nel 2012 gli è stato conferito il premio “Notte ducale” per la cultura in occasione della prima edizione.

Marco Maria Tosolini is full professor of History and Aesthetics of Music at Conservatorium “G. Tartini” of Triest. He is multi-instrumentalist (drums, percussion, keyboards, guitar, flute), composer of music for theatre and radiotelevision, ballet and playwright. He collaborated with Universities of Bologna, Rome, Rouen, Triest, Udine and Venice and with main Opera Theaters of Bologna, Venice, Modena, Rome, Siena, Parma. He frequently works as TV and radio programms director and conducer for RAI radiotelevision specialized in artistic topics. As music critic writes for national papers and reviews. For long time was board administration advisor of a bank foundation and member of national communication commission of ACRI (bank foundations national association). Actually is board administration advisor of Conservatory of Music of Triest, where he teachs. Is board administration advisor of Central institute for audio and audiovisual archives of Ministry of cultural heritage. Inside several cultural awards received stands out the conferment of the title of member of Academy of Sciences, Literatures and Arts of Udine, founded in 1606 with the name of “Accademia degli Sventati”, for great cultural credits.